martedì 25 maggio 2010

Once upon a Time 25 Maggio

c'era una persona, IO, che poteva dormire a bagno e questo anche in acqua gelata. Però per iniziare questa storia bisogna iniziare molto prima delle 10 quando solitamente mi trovo piazzata dentro il letto appoggiata sui miei cuscini con un libronella mano destra e il beaglcuda sulla quale appoggiare il braccio che lo regge. iniziamo verso le 8:00 dopo cena che la bestia in questione è sul lettino suo (in casa nostra ci sono anche i lettini canini che vengono usati esclusivamente per pre-nanna nel letto umano) piangendo irrefrenabilmente in un tono che non prometteva niente di buono. In fatto leccava e mordicchiava furiosamente la gamba posteriore sinistra, si girava continuamente su se stessa, mordeva la coda, leccava anche le parti femminile e poi mordichiava la coda. Diciamo che io non sono una persona che si preoccupa di cose minime ma in questo caso, visto la velocità alla quale faceva tutte le suddette cose ho deciso che una telefonata alla Vet era di assoluta necessità. Fortunatemente lo studio veterinario nostro chiude molto tardi perche dimettono i pazienti dopo le 7:45 che ti da piu che sufficiente tempo di trovare un vet disponibile anche se, magari, un po fuori di testa dopo tante ore di lavoro.

La telefonata era abbastanza fortunata perche c'era proprio la Vet che cura Cleo. Spiegato i fatti, la dottoressa mi ha detto che la mia piccola probabilmente ha una vaginità fulminante. 'Guarda signora questa succede molto raramente. Io ne ho visto una cagna con questo 3 anni fa. E' moooolto doloroso'. Se ci fossero le faccine metterei quello che gli occhi spalancati. Ovvio no? Alle 8 e fischio il Vet ti dice che la tua beaglcuda sta soffrendo da una vaginite fulminante e tu devi andare in farmacia per il dovuto. E qui inizia il divertimento. Trovi la farmacia aperto.Dopo tre tappe forzate, il primo diceva di andare al secondo che rispose di andare al terzo che finalmente era quello di turno notte. Fatto questo il parcheggio che era ovviamente a distanza maratonetta dal portone farmacia. Fatto la corsa, ripreso il fiatto iniziò i discorsi con un farmacista simpaticissmo che mi ha cercato con tutto serietà di aiutarmi con i prodotti richiesti: betadine soluzione per lavaggi e un prodotto che riduce bruciore ecc. A questo punto mi ha detto 'signora, se il prodotto è per lei conviene prendere questi già pronti per uso'. Scometto che se avessi avuto una macchina fotografica, che non ho ancora....la sua faccia era da riprendere quando ho risposto 'veramente devo fare lavaggi alla mia cagna'. A questo punto alle 9 di sera vuoi proprio non farlo ridere questo ragazzo simpatico? E così lui ha riso, io meno perche continuavo pensare come facevo fare una lavanda vaginale alla mia beaglcuda. Questo pensiero per tutto il viaggio al andata e ritorno dalla farmacia. Preso betadine e un prodotto omeopatico fitaterapica per emeroidi (ridete gente, tanto serve anche per bruciature ed è anagesico figurati che se messo intorno al lei nel punto sopra citata non avrebbe funzionato - e poi leccandola non avrebbe avuto degli avvelenamenti da farmaco). Io che quasi non esco mai si sera per una volta che mi muovo di notte rido come una matta per tutto il tragitto con questa mantra nella testa ' ma solo te devi uscire alla sera per prendere i medicinali per fare trattamente ginicologici per un cane - non per il cinema, ne per una cena, ma per...' Lasciamo perdere.

Arrivata a casa, messo la macchina in cortile, preso la borsa dalla macchina entro in casa al buio - mi chiederete 'Ma LUI dov'era?' Dormiva povera stella dopo una giornata di campagna. E così il pensiero era di fare il meno rumore possibile mentre preparavo siringa da 5ml per la lavanda, la crema aperta per la spalmatura e l'asciugamano per eventuali problemi di sbavatture o schizzi. Avevo anche considerato abbigliamento addato ma a questo punto ho lasciato perdere perche il problema era sempre come dirlo a lei. La beaglcuda continuava piangere e caminare avanti e indietro in bagno. Mica che le ho lasciato libero accesso alla casa perche a quel punto avrei dovuto fare un po di caccia perche aveva capito che la serata iniziava sembrare diverso.

Per le donne che sono lettori miei non ho bisogno dirvi che posizione è tutto nella vita. Ce stato tutto un discorso da secoli sui vari posizioni da prendere sia per visite ginicologiche che parti. Ma nessuno mi aveva preparata alla postura necessario per fare un lavoretto del genere ad un beaglcuda. Pensa che ci ripensa e poi ho detto tra me e lei...femula perche il tempo stringe e magari riesco veramente fare quello suggerita dalla Vet. Non entro in dettagli ma potete immaginare la parte del cane che ho preso verso alto, la siringa senza ago ha fatto suo lavoro di 5 ml senza incidente, la crema è stata spalmata e inserita delicatemente nel posto giusto e la parte con i denti della beaglcuda è rimasta felicemente pendente verso il basso con dei sospiri...lasciamo perdere anche questo. Se lo ha goduto completamente il trattamento. A letto siamo arrivati verso le 11 dove lei ha continuato un po di bidet ma poi a risoluzione prurito e rilassamento conseguente siamo piombati in sonno.

E questa mattina quando LUI era fuori che bruciava rami di alberi di olivi potati tanto tempo fa ho cercato di spiegarlo il fatto e detto e fatto (ho dovuto ripetere la crema due volte in piu perche sembrava funzionasse benissimo e dava veramente sollievo) ha fatto una faccia verde bottiglia che spiegava quanto aiuto sarebbe stato se fosse stato sveglio.

Comunque ormai posso considerarmi navigata in un po di tutto. O no?

2 commenti:

  1. E sì...si impara a navigare e come, anche con un cane o un gatto!
    Una bella avventura, P!!!! Ma almeno sei uscita di sera, hai parlato con gente, hai incontrato un simpatico farmacista, hai vagato nel buio, all'oscuro del tuo sant'uomo...che vuoi di più??? Hai eseguito la cura appropriata alla vaginite acuta (di Cleo!) in modo professionale...hai spiegato al tuo uomo...insomma tutta normale amministrazione per possessori di cani, di gatti, (di pesci anche?)...
    Grazie P...mi hai fatto sorridere davvero in queste righe, scritte molto bene, complimenti!!!!
    Buon pomeriggio...qui un caldo estivo a oltranza!!!

    RispondiElimina
  2. Ivana, anche qui un caldo estivo con aria asciugapanni.

    Certamente una botta di vita di questo genere non è da tutte le sere! AHAHAHAH!

    Adesso che ci penso, è vita normale per tante donne....

    RispondiElimina