mercoledì 31 agosto 2011

LISTS - ELENCHI

1 - finish making the last eggplant and zucchini parmaesan
2 - clean the attic
3 - water the garden
4 - water the trees
5 - wash the dogs
6 - clean the courtyard
7 - Pharmacy
8 - fruit vendor
9 - do 2, 3, 4, 6 every day till Sunday morning when

at 7:20 I take the shuttle to Nice and go on VACATION


1 - ultimare gli ultime parmigiane di melanzane e zucchini
2 - pulire mansarda
3 - innaffiare giardino
4 - innaffiare alberi frutta
5 - wash dogs
6 - pulire cortile
7 - farmacia
8 - fruttivendolo
9 - FAI religiosamente 2, 3, 4, 6 ...ogni giorni fino a Domenica quando:

Prendo navetta per Nizza alle 7:20 e inizio la VACANZA!!!!!

lunedì 29 agosto 2011

SUMMER PRODUCTION - PRODUZIONE ESTIVO




Production 2011 summer veggies....trombette(zucchini ligure lunghe dolce e buone) cut really thing and boiled in vinegar, white wine and kosher salt(5 tablespoons)with garlic(leave on the skin) for 2 minutes after it gets back the rolling boil....then dump into collander, give it a shake to take out the extra liquid and then put on a linen kitchen towel to dry for abut 24 hours. Then pour into a big bowl and add enough oil to separate all the thin slices. At this point all you have to do is jar it....peel and slice garlic and put it into the zucchini between the layers of sliced veggie. Cover with oil - tap lightly on bottom of jar to settle veggies and then pass a knife around the edges pressing towards the center to get the air bubbles out. Make sure oil is above veggies and cap jar. Put in a dark and cool place where you will then check it for the first few days giving the jar a little tap on its bottom to be sure there no air has remained between slices. Top up oil if necessary.

The red in the jars on the left are home grown, homemade SUN DRIED tomatoes...Was a long process this year because the humidity was high. Only hope that they don't go bad on us while aging in the oil. When the tomatoes are dried in the sun they then must have a white wine dash or two of vinegar bath which takes away the extra salt. Boil the liquid and then dunk the veggies into the boiling liquid. Stir them around and turn them over several times in the liquid, about 2 minutes. DON'T forget to boil about 6 cloves of garlic with skin while doing tomatoe thingy.Dump into collander then place on drying racks leaving space between each tomatoe...also dry out the garlic. Jar them and do the same as above for zucchini....the results should be tasty and perfect for appetizers around XMAS.

PS: garlic gets the boil because it kills any possibility of moulds forming...I'm still working on the question of whether you should sterilize veggies in oil. There are several opinions: One of which is mine: if you boil olive oil you ruin the vitamins in it. If you don't sterilize you could get deadly germs in the jars. If you don't hear from me around January send roses!


La produzione estiva di verdure sott'olio sta andando a gonfio vele. Tanto gonfio che direi ho finito per quest'anno. Il vasone di trombette sott'olio è mio unico lavoro di questo tipo perche lo faccio esclusivamente sul insistenza del marito che le adora. Solito processo per sott'oli...aceto e vino bianco in equali quantità con una bella manciatina di sale grosso. Bollire liquidi, mettete dentro i zucchini tagliato finissimi insieme a 5 spicchi aglio vestiti...al ribollire del liquido proprio 2 minuti e poi colare. Dopo di che si mettono su un strofinaccio per 24 ore di asciugatura. Poi mettere zucchini in una ciotola e aggiungere solo abbastanza olio per separare le fettine. A questo punto invasare intercalando aglio tra strati di zucchini. Volendo potete aggiungere pepe nero in grani. Con un coltello levare bollicini aria tra i strati, chiudere vaso assicurando che olio copre bene le verdure. Mettere poi in posto fresco e asciutto dove però dovete scendere o arrivare ogni giorno per dare due patpat sul sedere del vaso per levare eventuali bolli aria rimasti e assicurare che olio è sempre sopra livello verdure. Sono pronti verso Dicembre.

I vasi con verdure rosse dentro sono pomodori seccati al sole. Quest'anno un impresa non indifferente anche se di sole c'era tanto. Umidità giornaliera era altissima compromettendo l'asciugatura. Una volta pronti bollire in vino bianco nella quale avete messo due bei spruzzi di aceto. Al ribollire del liquido con pomodori dentro dovete girare bene i pomodori dentro il liquido levando così il sale in eccesso. A questo punto colare in colapasta e poi togliere i pomodori uno per uno mettendoli su una graticola dove li farete asciugare al ombra per 24 ore. NON DIMENTICARE di fare bollire anche 5 o 6 spicchi di aglio vestiti(questo per scongiurare eventuale formazione muffe sul aglio). A questo punto basta mettere pomodori e aglio svestito e tagliato a fettine grosse dentro vasi che coprirete di olio seguendo stesso metodo dei zucchini....

PS: ce il problema della sterilizzazione vasi con olio oliva...faccio non faccio? Bollendo olio si rovina organolettico del olio...non bollendo si rischia bottulino....boh?

sabato 27 agosto 2011

Olive netting - Reti di olivi



In case anyone wants to know...olive nets serve a lot of purposes when they're not being used as skirts around the olive trees....this one is pretending to be a 'sunshade'.....

Caso mai qualcuno ve lo chiede...le reti delle olive sono abbastanza multipurpose....in questo caso sta faccendo finta di essere una tenda da sole....invece che una gonna per le olive!

giovedì 25 agosto 2011

Buckets and bags - Secchi e sporte


It should have been an easy thing to do but as all things are when you try to do them it usually turns out that, either you don't have the material to use or you don't have the scotch tape to make sure the bags stay on the stairs. So in the meanwhich I had to invent a stair protector...lots of open garbage bags(they were supposed to be long strips of plastic wrapping for crates) and only a limited supply of masking tape which then had to be measured with parsimony and put onto the bags which were cut open to fit the stairs. Which means that every time the builder steps on the bags they sort of slip downward. Important is that he doesnt....

Scale che salgono ma che scendono pure vanno coperte ad arte per i piedi scarponati del muratore che, poerino, deve farle almeno ogni ora per qualcosa. Non può impastare la guiana di sopra e così sale e scende con secchi di liquame da spalmare sul terrazzo. Questo vuol dire che i sacchi della patumiera enorme che non dovevano fare da copre scala sono diventati dei veri mostri di pulizia...se non include il fatto che lo scotch per fissarli era molto limitata sul rotolo e ho dovuto usarlo con parsimonia. Questo vuol dire che ogni sacco è attaccato al altro e quando lui sale e scende i sacchi scivolono...importante che non lo fa lui!







Buckets and such were my best friends a couple of days ago. Consoled by the beautiful color and less so by the contents(full of tiling which was removed), I did aerobics for a few hours going up and down the stairs(read sopra) making sure to place my feet carefully on each open bag so that we(the bucket, its contents and mself) didn't fly to the bottom ruining any possibilities of leaving for Maine on the 4th....I made it and now don't have to worry about my trip. My expert help is no longer necessary.

Secchi e sporte(loro sono sulle scale) i secchi gialli pieni di piastrelle che andavano su e giù per le scale coperte di sporte...mica che andavano e venivano da soli. Yours truly che cammalava su e giu facendo un bel po di aerobica...dopo tutto dicono che faccia bene. O no? Era solo un modo per farmi sentire che facessi qualcosa di bene per il mio corpo? Ecco cosa mi hanno fatto. Mi hanno fregato. Mi hanno fatto lavorare tutta la mattinata su e giù e mettendo piastrelle rotte nei secchi gialli dicendo una bugia...aerobica un corno. Era lavoro in nero! Ecco cosa era!




domenica 21 agosto 2011

Mainely - verso lontano molto Ponente



For those of you who speak this language...for those of you who love the Atlantic(North Atlantic) for that matter...for those of you who have a pier area on pilings like this one...for those of you who are attracted to places with brown sand, brown sea grass and when it's summer heather on the dunes....this could be the right place to spend a vacation. Or for that matter,10 days in Maine like I'm getting ready to do in about three weeks. In fact this is just a peek preview of what I'll be revisiting from the 4th Sept to the 15th when the WEST PORTICO takes its goods to the very Eastern Shores of the very northern coast of the USA.....Maine here I come. Of course I'll still be here panting and sweating for a while. Which is why I'm really not dedicating a whole lot of time to this here blog. Too hot, too sweaty(me not the blog) and too humid(the computer room cus the dehumidifier is in the bedroom where once-upon-a-time the pc lived). In any case this is just a soontobetrip notice....in the meanwhich I'll try to keep you posted on life under the Ligurian SUN which at the moment is very trying!


Il mondo in questione è sulla costa molto nord degli USA sulla parte molto orientale dello stato di Maine dove ogni anno tendo a migrare per un paio di settimane o in questo caso una decina di giorni sperando, come faccio ogni anno 'to no avail' un pasto di aragosta. Questo nella foto è un gruppo di negozi e vario in Old Orchard Beach dove abita la Mom di yours truly e ogni anno si fa un salto là non tanto perche ce qualchecosa di nuovo da vedere ma perche hanno un negozio che vende dei cioccolatini che adoro(turtles - 5 pecans messi a mo di gambe[4] e la testa di una tartaruga) e sulla quale appoggiano un mucchio di caramello mou da tirare fuori i denti dalla bocca; il mou la quale poi coperta di cioccolato fondente o al latte. Là compro due...uno per me e una per la mia fiorentina...e lei, essendo buona la da al marito suo che lo mangia con gusto. Magari quest'anno ne comprerò 3 così di poter assicurare che lei se lo mangia la sua...mica possiamo pretendere tanta bontà che lei lo faccia mangiare anche il secondo!? Ma io non parto ancora. Almeno non fino al 4 settembre...così posso continuare quando non sto sciogliendo di caldo qui a ponente a regalarvi le notizie di tutto ciò che accade sotto il sole ponentina...che in questo momento vi garantisco sta letteralmente grigliandoci per benino...ma qualcuno lassù o ovunque non ha un po di nuvole grigie e acqua pioggia bagnata che non sa cosa farne?

lunedì 15 agosto 2011

PIECE OF CAKE - CHE TORTA


In love with MARTHA STEWART.COM?
In love with cake?
In love with meringhe?

how about this. Pity to cut it though! And I'm pretty sure that it's not just a piece of cake to prepare!


Da MARTHA STEWART COM ho preso questa foto e ho pensato:
AMI le torte?
AMI le meringhe?
Guarda un po che torta....e scommetto che a farlo mica uno scherzo...o no?

It's ALL UPHILL - IN SALITA


If I had a really good digital camera this foto would be an exceptional testimonial of what life is like these days.....all uphill and heavy loads to pull right up the grade. Of course what you are looking at is a very small ant who decided to be the little red locomotive that could. The pear stem which he/she? is pulling is enormous considering everything. It is on a rock step, flat and nubby. The little ant who could is heading uphill on the backdrop of the step.....


Metafora della vita moderna tutta in salita. Formica piccina che decide di portare al nido un peduncolo di pera....tira tira attraverso il gradino e adesso inizia la salita sulla parte ripida del batti piede al fondo alzata.....logicamente avessi una macchina fotografica un po più potente sarebbe ancora più bello i sforzi del nostro/nostra piccolo/a Hercules.



Note that two ants are watching carefully as our hero/heroess? stoutly and bravely pulls and sweats(ants do sweat don't they) whilst yanking the pear stem up up up towards the top of the backdrop of the stair. We're all going uphill lately aren't we?


Stavo riflettendo sul fatto che la vita in questo momento per tutti è un po in salita. Guarda poi le due formiche che sorvegliano il lavoratore. O che siano solo colleghi e passanti, molto al italiano, che diano istruzioni e incoraggiamento a chi fatica. Un po a mo di quelli degli enti pubblici che per fare un buco di 50 cm mandano una squadra di 5....ce forza nei numeri?






And with this last foto of our hero/heroess? who has scaled his/her M. Everest with stem held firmly in her/his mouth....what can be said? It's all uphill folks....but if he/she can do it. How much you want to bet that we'll pull through?



E con quest'ultima foto del nostro eroe che scala ultimo pezzo del suo Everest con peduncolo pera saldamente in bocca/becco?...cosa posso dire? Se ce la fa lui/lei, forse possiamo anche noi?....a dispetto tutto/i?

mercoledì 10 agosto 2011

PORCINI PORCINI




Ok, so the lighting isn't so good. Caused by the sun shining on the food dryer which is drying the PORCINI which seem to have been invading the house lately. Tis the season of PORCINI here in the Appenines where humidity has reigned supreme and philanthropic Porcini collecting friends have been leaving bags(literally not figuratively folks) on our gate. They come in various sizes(the bags not the Porcini) but have been put to sleep in the freezer in various forms. In this case all the caps are being dried. The legs were wormy(yuck) so they were dumped. End of last month a friend gave us a huge basket full of Porcini and those pretty saffron ones(forgot the name in English - sorry). Porcini beautiful, hard and healthy were cut into big slices and frozen on trays then stuck into bags for Winter. The Chanterelles(that must be the name of the saffron ones) were just cut into chunks and bagged for RISOTTO, SAUCE, OMELLETTES!!!!! YUMMY YUMMY....how's that for our neighborhood?


La stagione dei porcini qui da noi vuol dire sacchetti appesi al cancello con dentro PORCINI o GALLETTE o altro che vengono lavorati con l'asciugatore della SEVERIN(non è propagando per loro mi raccomando ma funziona molto bene la macchina - almeno affinche cerchi di fare una foto attraverso il coperchio con il sole contro ). I porcini piu belli sono stati surgelati su piatti grossi e poi messi nei sacchetti con cura per essere usati fritti o altro. Le teste belle con gambe vermate(gambe buttate ovviamente) sono state tagliate a fettine spesse e asciugate. Le gallette sono state messi a tocchi dentro sacchetti di plastica da gustare con sughi, in frittate, you name it. Comunque non si può assolutamente lamentare di un vicinato dove ti lasciano sacchi e sporte piene di PORCINI...o sì?

lunedì 8 agosto 2011

BUTTER DIY - BURRO FAI DA TE

The results are in the collander sitting on a gauze waiting to drain off the last of the whey...HEY - for 2 cups of really good pastr chef WHOLE FATTY WONDERFUL cream I made a cup of butter...DIY or ALL BY MY little self...with the help logically of a tiny mom's helper(foto below).

Risultato sono nel colapasta seduto su una garza non tanto per comodita suo ma perche deve stare un pochino in frigo che perda acquosità. Direi che è stato un esperimento eccellente....mezzo litro di PANNA FRESC intera tipo per pasticcieri ha reso 250 grammi di meraviglioso burro fatto da me....con aiuto logicamente della macchinetta piccina nella foto di sotto.











FRESH HOMEMADE BUTTER:

2 cups of fresh whole cream(the highgrade type which pastry chefs use!)
a pinch of salt

a little blender like the one up top or a kitchenaid or whoever you have on the counter....

just do this - put the icey cold fresh cream into the machine. Turn on the machine to slow and gradually augment speed until it is really whirring. After a minute or two add the pinch of salt without stopping the machine...keep whirring until you notice the butter separating from the liquid. Happens so quickly that you'll be surprised. At this point stop the machine, peek inside and you should have a big lump of fresh butter sitting happily in it's whey...take out the butter(dump the whole lot into the collander into which you have placed a big gauze and the whey slips down into the bowl - DUH! - I figured that out the second time I made the butter) The collander gets put over a glass bowl to catch the whey which continues dripping out of the butter. Put it into the fridge and await the magic...after 24 hours the butter is nice and hard and the whey is in the bowl underneath. Don't dump the whey! by the WHEY (HAHA) you can use it to make a pudding....figure that out on your own though. I still haven't made mine...probably cus I'm considering a quick try making RICOTTA. Fill you in on the results later!



Burro fai da te è tanto semplice:

mezzo litro di panna fresca da pasticciere(il migliore perche piu grasso)
1 pizzico di sale fino

macchinetta come quella sopra o qualunque kitchen robot. Versare panna dentro il bicchierone del robot. Accendere a velocità slow poi aumentare a velocità alta(dopo un attimo mettete dentro quel pizzico di sale fino senza ridurre velocità) affinche notate, e questo succede in un attimo proprio, il burro che si separa dallo siero. Quando succede questo vuol dire che il tuo burro è pronto. Toglia burro dalla macchina e metterlo su una garza dentro una colapasta rete fine sopra una ciotola di vetro per cogliere lo siero che, senz'altro avete capito dovete versare sopra il burro). O se siete piu intelligente di me avrete già versato dentro il colapasta dove il burro si piazzerà felicemente sulla garza e lo siero scivolerà dentro la ciotola....finendo in breve NON buttate via lo siero perche serve per fare PANE(Non so per cosa si usa ma so che serve a qualcuno), budini e per quello che proverò io questo pomeriggio-----RICOTTA. poi vi dirò!


domenica 7 agosto 2011

ZAKUSKA Ligure






diciamo che oggi sono pigra e la ricetta originale era qui, più le modifiche ligure e poi così vi faccio conoscere anche gli amici Gamberi...

Buon lavoro e mi raccomando diveritevi!

Ligurian ZAKUSKA

Ok so today you get the separation of the recipes like the division of the Red Sea in the Bible. Only I bet that Moses didn't have trouble with his cane or whatever the way I have trouble when my fingers accidentally tap some keys which I never remember afterwards..could be convenient to know which ones to tap to automatically flip the post to the publish position...anyhow, as I was saying...These are three half kilo jars of very red saucy Ligurian ZAKUSKA . The story is that a Turin friend has the original recipe which is Romenian Zakuska...mostly eggplant peppers and onion whilst I had the problem of a veggie garden which was and still is for that matter overrun with zucchini so this is what I invented:

1 lb of purple onions(we only plant those) - peeled and cubed tiny
1 lb of zucchini (light colored green is better) cubed tiny
1 lb of eggplant (long ones if poss if not whatever you can get) cut into larger cubes which you put into a huge collandar and lightly salt, toss them around a bit in the collandar to distribute the salt evenly
1 lb of red peppers and yellow peppers ... cut into small cubes

1 liter of really good tomatoe sauce with basil and various already in it(Prince anyone?)

HUGE gigantic frying pan with about a cup of olive oil in it. Don't make those faces folks. We're talking about an enormous quantity which will go into big 1 lb jars(or whatever size you prefer but not smaller than 1/2 LB please) so the oil gets distributed. In the oil in the pan first put the onions and sautee about 15 minutes once they start sizzling. They should get transparent but not crispy.

Then add the zucchini and do the same...not crispy but al dente.
Then add the peppers and do the same as the zucchini - al dente.
Then at the end add the eggplant which you have RINSED really well and patted dry(maybe I should write this up top but too bad, it's already here - which will teach you to always read the entire recipe before embarking on a new one - RECIPE USE 101 -thank you NAHMOE (ma maternal gram). These should be cooked till al dente and it doesn't take a long time.

In all you have been hooked to the stove for about 45 minutes. At this point you only need to pour in the liter of tomatoe sauce, stir really well and let it cook for another 20 minutes permitting the sauce to permeate all the veggies. Turn off the stove, add salt to taste and put the cover on the pot leaving some space between pot and cover so the steam goes out.

Now while you're waiting for the stuff to cool go do something else.....like sterilizing enough jars of chosen size....

tahtahtah...when the stuff is completely cool you must have cool jars ready. fill leaving some headspace, seal with cover and then you must put them into a cold water bath. I wrap the jars in old napkins and put an old washcloth on the bottom of the pot to keep the pots from sitting on the metal. Put the pot on the stove, bring to the boil and sterilize for 40 minutes. Let cool in the water of the sterilization...

logically if you have one of those fancy sterilizing pots the process is different...do it as per instructions you have for the pot.

When cool, dry jars, check caps to make sure they're vacuum sealed(if not you just eat the stuff in the jar - I never reseal a cap since I usuall am so busy cooking the stuff to can that I can happily use the unsealed jar for a dinner or lunch)write date on the glass with an indelible marker - no longer use tags just pretty colored markers. And put them in the larder in the dark so they are ready for:

stew bases
spaghetti sauce
base for bean cassarole
antipasto if you put tuna in it and some vinegar....it's up to you !

sabato 6 agosto 2011

GARDEN's BOUNTY - ORTO che rende







The first thing you have to do when you read this is imagine that the plastic thingy is not floating in the air but sitting on the kitchen sink counter - forgot to flip pic to the left when I modified. You could flip the screen onto its left side but then if you have a laptop it would be a bit of a problem to tap on the keys....no kidding. Next time I'll do better. This was the garden's bounty from Friday afternoon...it has, in the meanwhich become...an eggplant parmaesan(hence the slices of eggplant below...and also a pot full of sauteed summer veggies in which I will put tomato sauce in a little while(Ligurian Zakuska) both recipes of which will be forthcoming...


Con un po di buon volontà potete capire benissimo che la ceste di verdure sul lavandino no sto veramente galleggiando a mezz'aria ma sto imbarazzata nella foto non modificato nella direzione giusto. Prima o poi mi ricorderò di fare tutto prima. Nel mentre usate l'immaginazione o girate lo schermo del vostro computer sul versante sinistro - che renderà inservibile la tastiera per voi che state leggendo su laptop. Pazienza. Orto di M rende tantissimo in questi giorni. Questo era solo la raccolta di ieri sera che oggi sta diventando Zakuska Ligure(verdure soffritte con salsa pomodoro) e le fettine nella foto sotto che stanno languendo sotto un strato leggero di sale fino sono già state fate a parmigiana nel MOnde e pappate oggi a pranzo(Grazie Ivana per la ricetta facile facile anche se la tua era di zucchini!)




these are the eggplant slices which I layed on the drain board and on which i sprinkled a skimpy layer of salt so that the bitter water would drain out. The huge frying pan with two handles which you see below is a gift from my Turin friends. It is so big that4 kilograms of fresh veggies all cut into little cubes fit right into it. Guess that they knew that I needed a mastodontic pan.



I Gamberi che leggono qui riconosceranno il mio molto amato padellone....un salva vita non indifferente per le 4 kg di verdure necessari per la Zakuska Ligure....



mercoledì 3 agosto 2011

Eggplant boats - Barchette di Melanzane



or for those of us who at dinnertime there isn't nearly enough food planned and oooopsssss....guests will be arriving in an hour.....ooooopppppsssss. Thank goodness in Summer there are always grilled veggies sitting in the fridge waiting for a culinary happening. So this is what they became when they were exited from the cold:

12 thick slices of grilled eggplant
2 cups of feta
2 cloves of garlic
fresh parsley chopped fine
pepper
Virgin olive oil
Medium sized boiled peeled potato(it was also languishing all alone in the fridge)

In a bowl mix the feta with the other ingredients(except the eggplant slices). When it is really well blended just do this:

get a tray and slosh a bit of olive oil on it...put half of the slices on the tray. Divide up the 'filling' and put it carefully on the bottom of the 'boats' make a long neat mound on each bottom then plop on the tops. Squish a bit so they don't slide off....and drizzle with olive oil. In the boot shaped peninsula we're not stingy with olive oil - especially since it is OURS from OUR trees. Serve and act as if you had planned their arrival on the table from the very beginning....

Durante l'estate ce sempre un bel giro di cene e pranze sul portico a ponente. Non che abbiamo un appuntamento fisso ma arrivano amici e solitamente il cibo è talmente abbondante che vivo di rendita per un paio di giorni. Sappiamo come funziona la situation....pianifichi, fai la spesa, arrivi a casa e cucini e TOH!!! Ti trovi con un po troppo poco antipasto perche dicevi tra te e te stessa 'ma se mangiamo troppo antipasto poi....'Figurarsi che si riempiono con SOLO sotto aceti, roba sotto olio, insaccati. E così, corri al frigo ai ripari dove trovi sempre - in Estate SEMPRE vuol dire ALWAYS verdure grigliate pronti per un salto da qualche parte per farne bella mostra in un piatto. Languendo vicino alle melanzane c'era anche una povera patata bollita pure pelata e così ho fatto questo:

12 fettine di melanzane grigliate
1 patata media gia bollita e pelata
2 spicchi aglio(Dede ,puoi omettere e aggiungere ben altro)
500 grammi di Quartirolo(notate che sopra metto feta perche in USA non ce 4tirolo)
pepe appena macinato
EVOlio
Prezzemolo tritato

Su un piatto di portata mettete un filo di olio. Stendere metà(6) fondi di 'barchetta'. Mescolare benissimo insieme tutti gli ingredienti escluso gli altri 6 fettine di melanzane che faranno da coperchio alle barchette ovviamente. Quando avete mescolato bene insieme tutti gli ingredienti dividete il ripieno tra le 6 barchette, riempire benino e pressare che non fuoriesci dai fianchi, schiacciare sopra i coperchi e rispruzzi con un po di EVOlio....non lesinare con olio perche le rende saporitissimi....mettere in tavolo con un espressione compiaciuto come per dire che li avevi già inserito nel menù da quel dì....

lunedì 1 agosto 2011

A LATE SUMMER - estate in ritardo

Chronologically Summer usually begins on the 21st of June which means that we should have had enough heat and humidity to be fed up with it at this point of the year - 1August. Considering that the month of June was hot as Hell and then July sort of did a really good imitation of November we're really looking forward to a LATE SUMMER...which really doesn't help me a bit because I had planned to be finished with the canning and storing by mid August and at this pace I'll just be finishing in time to pack and leave for the far-West, not to be confused with the FarWest like California but the farWest which is farther WEST than the WEST PORTICO in the boot-shaped peninsula. So here I am trying not to think about the tons of veggies I still have to can and prepare. Not worrying about the quinces which will be happily ripening whilst I'm enjoying myself in the northern part of the FARWESTUSA...and if it's ok with ya'll I'll just start thinking about what the dickens to do with the 6 lbs of dark fig jam which is sitting in the larder. It is too dark to eat with bread and butter. Too sweet to put on any 'crostate' (Italian butter cookie crust type of pie) and definitely not 'givable' for holidays or various. I'm sort of thinking of making a transformation - FIG CHUTNEY...open jars, throw in pot add the various and sundry usual for chutney and see if the magic happens. Will let you know, but obviously not now...not until AFTER the trip to the NORTHERN PART OF the FARWESTUSA. Today I'll just finish watering the garden and yak with you all.....


Sono quasi sicuro che le persone che hanno prenotato qui a PONENTE sono furiose perche estate, anche se formalmente iniziato il 21 Giugno, non è mica arrivata ancora. Stiamo sperando in un estate in ritardo - tardivo un po come le pere che non hanno voluto sapere di crescere nella stagione di Luglio che doveva essere estivo ma era piu una prova generale per autunno - diciamo Novembre. Come potete ben immaginare sono disperata perche non ho piu voglia di fare confetture e fortunatamente le pere hanno i vermetti. Loro sì che cooperano alle mie speranze di stare fuori dalla cucina ancora un paio di giorni. Nulla però mi terrà fuori dalla cucina la prossima settimana quando M comincia portare a casa tutta la verdura tipo peperoni enormi e melanzane e zucchini che dovrò trasformare in ZAKUSKA ligure(ricetta che metterò in seguito molto in seguito). E parlando di trasformazioni devo mutare 3 kg di confettura di fichi fiori neri in chutney perche onestamente quella confettura è talmente scura che sul burro sembra qualcosa di molto morta. Immagino che molto più cotta con tanto di spezie e varie vuol dire che ho fatto apposta scurirla in cottura per poter poi servirla con carni. PHEW! Meno male che ci siete che posso sfogare le mie ansie.... E poi diciamolo tutto. Se faccio il chutney posso sempre aspettare dopo il viaggio nel lontano ponente...sapete quel ponente dove sono nata e dove, come i rondini di quel posto tornano sempre....io torno là e NON mangio aragosta per i motivi che sapete oramai. Adesso si sono messi a dire che non sono kasher...a me basterebbe sapere che lo mangio io perche non lo sono kasher e loro possono beatamente non assaggiarne neanche una chele. Così mi sfogo le mie voglie di molluschi in qualcosa di meglio che gamberi enormi surgelati cotti sulla griglia. Che mica sono da disdegnare ma sempre gamberi....