giovedì 25 agosto 2011

Buckets and bags - Secchi e sporte


It should have been an easy thing to do but as all things are when you try to do them it usually turns out that, either you don't have the material to use or you don't have the scotch tape to make sure the bags stay on the stairs. So in the meanwhich I had to invent a stair protector...lots of open garbage bags(they were supposed to be long strips of plastic wrapping for crates) and only a limited supply of masking tape which then had to be measured with parsimony and put onto the bags which were cut open to fit the stairs. Which means that every time the builder steps on the bags they sort of slip downward. Important is that he doesnt....

Scale che salgono ma che scendono pure vanno coperte ad arte per i piedi scarponati del muratore che, poerino, deve farle almeno ogni ora per qualcosa. Non può impastare la guiana di sopra e così sale e scende con secchi di liquame da spalmare sul terrazzo. Questo vuol dire che i sacchi della patumiera enorme che non dovevano fare da copre scala sono diventati dei veri mostri di pulizia...se non include il fatto che lo scotch per fissarli era molto limitata sul rotolo e ho dovuto usarlo con parsimonia. Questo vuol dire che ogni sacco è attaccato al altro e quando lui sale e scende i sacchi scivolono...importante che non lo fa lui!







Buckets and such were my best friends a couple of days ago. Consoled by the beautiful color and less so by the contents(full of tiling which was removed), I did aerobics for a few hours going up and down the stairs(read sopra) making sure to place my feet carefully on each open bag so that we(the bucket, its contents and mself) didn't fly to the bottom ruining any possibilities of leaving for Maine on the 4th....I made it and now don't have to worry about my trip. My expert help is no longer necessary.

Secchi e sporte(loro sono sulle scale) i secchi gialli pieni di piastrelle che andavano su e giù per le scale coperte di sporte...mica che andavano e venivano da soli. Yours truly che cammalava su e giu facendo un bel po di aerobica...dopo tutto dicono che faccia bene. O no? Era solo un modo per farmi sentire che facessi qualcosa di bene per il mio corpo? Ecco cosa mi hanno fatto. Mi hanno fregato. Mi hanno fatto lavorare tutta la mattinata su e giù e mettendo piastrelle rotte nei secchi gialli dicendo una bugia...aerobica un corno. Era lavoro in nero! Ecco cosa era!




6 commenti:

  1. Lavoro in nero!!!
    Ma quand'è che è stato bianco? E chi ci paga?
    Dopo la grandinata dell'anno scorso anche noi abbiamo avuto i muratori che salivano e scendevano dal tetto!
    Sono scale di legno? Le mie sono di marmo, ma il pacciugo lo hanno fatto e come!!!
    Ti stai preprando per il Maine?
    Dopo ti riposerai, no?

    Un abbraccio!
    Io ho la famiglia a cena stasera!!!
    Ma il caldo non diminuisce!!

    RispondiElimina
  2. Le scale sono di ceramica e il pasticcio sta iniziando ora con messa in opera piastrelle terrazzo.

    Sandy - no falls....thank goodness!
    Lois - no remodeling just waterproofing the terrace and putting in new tiling...all in a day's work

    RispondiElimina
  3. oh my be careful honey! that looks dangerous!

    smiles, bee
    xxoxooxoxox

    RispondiElimina