lunedì 7 febbraio 2011

Visto dal portico di ponente



quello versante mare che si affaccia sulle campagne delle olivi che sono ormai in fase di potatura -
vedete quel signore nel albero? Quello con il cappuccio verde scuro? Quello che sta studiando i rami, le foglie? Quel
signore, il marito di yours truly sta in cima ad un albero di olivo alto almeno 6 metri bilanciandosi
sui piedi poggiati su rami enormi cercando di capire quali dei rami piu piccoli e non tanto piccoli vanno tagliati
per la potatura. Un lavoro di equilibrista non indifferente perche si sale
nel albero da una scala di ferro o di legno, si arrampica tra i rami su un'gomito' tra i tronchi con in mano seghe a motore, seghe a mano e forbici fiskars da potatura per fare il lavoro. Una volta arrivati al punto giusto ti metti al lavoro. In questa foto potete vedere la piccola moto sega da potatura che sta per tranciare un ramo che cadrà sotto. Il lavoro è lungo e stancante se si pensa che bisogna moltiplicarlo per quasi 30 o 50 alberi...il numero annuale di piante che quel signore deve potare.

Caso mai qualcuno pensa che il lavoro finisce qui si sbaglia. I rami grande vanno poi spogliati di quelli piccoli che vanno poi portati a braccia nella parte della campagna addebito ai falò. Questa zona deve essere abbastanza lontana dagli alberi di permettere le fiamme di consumare i rami potati senza danneggiare gli alberi intorno. Ci sono anche leggi che controllano i fuochi vicino alle case ecc ma questo è una storia a parte. E' bellissimo stare nella zona falò quando fa freddo perche i rami bruciati sprigionano un calore eccezionale che riscalda tutto intorno e se avete la fortuna di guardare un falò di rami di olivo avete anche la possibilità di vedere le ceneri fare acrobazie sopra le fiamme. Salgono salgono verso il cielo dove poi vengono presi prigionieri dalla corrente d'aria leggeri che portano i piccoli fiocchi di cenere da per tutto. In fatti, il giorno che bruciamo sotto casa devo assicurare che la biancheria non sia stesa fuori perche le ceneri posso bucare le maglie o altro.

E così siamo nella stagione della potatura. La stagione bello della fine del raccolto. Il lavoro può essere preso con piu calma e possiamo godere le giornate che si svolgono verso primavera anche se le temperature senz'altro non si alzeranno ancora tanto. Siamo adesso sulle 12° a mezzogiorno che parecchi di voi probabilmente sarebbe un sogno. Per noi è la stagione giusto, quello dove lavoriamo meglio. L'asciutto di Febbraio con il suo freddo mattutino e tiepidi pomeriggi.

tanto per condividere quel visto dal portico a ponente





e poi vorrei sapere come si fa a levare tutto questo spazio sotto il mio post di oggi...

e poi vorrei capire come mai che non riesco ancora oggi a mettere le foto dove voglio io...

e poi vorrei avere abbastanza tempo durante la giornata di postare almeno 4 volte...

e poi se avessi abbastanza tempo durante la giornata di postare almeno 4 volte....


vorrei veramente capire le prime tre cose che ho scritto!

































































































































































































4 commenti:

  1. Sì...belle domande!!!
    Allora metti la stanghetta o puntatore vicino alla ultima lettera es la tua frase:

    tanto per condividere quel visto dal portico a ponente | (e cancelli con canc verso avanti, non indietro e vedi che le righe sotto vengono su!)

    Per le immagini, prima di scaricarle nel post, il puntatore vuole sempre sotto, a sinistra all'inizio come qui:

    |

    Se non va bene clicchi sull'immagine e "rimuovi" l'immagine, e ritorni a caricare l'immagine!!!

    Ma il sigor M non soffre di vertigine!!!!
    Quanto lavoro che dovete ancora fare!!!!

    Auguri!!!!
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  2. Non M non soffre di vertigine ma io soffro a vederlo appeso alle piante. Grazie per aiuto! In questo momento ho il gatto nero che mi sta puntando mentre scrivo...brutto segno. O io o lei dobbiamo spostarci...meno male che se ne andata lei. Ha la brutta abitudine di graffiare quando ti guarda in quel modo 'felino' a occhi arancioni spalancati! BRRRRRR! un abbraccio da ponente, P

    RispondiElimina
  3. eh ma quanti "vorrei" ! un paio li risolviamo tra breve, e per gli altri qualcosa succederà, abbi fiducia

    RispondiElimina
  4. bellissima atomosfera, Puddin, anche se io pure avrei paura per quel signore :))

    RispondiElimina