mercoledì 14 dicembre 2011

TO BE OR NOT TO BE -- ESSERE O NON ESSERE

You'd think that with all the things I have to do to get XMAS going I wouldn't have time to keep my nose in the air to watch birds. WRONG! I always keep my nose in the air to watch birds. They fascinate me. I keep wondering what it would be like to be able to kick off the ground and sail into the sky...my therapist would love to work with me on that one. In any case I'm not writing about being or not being a bird. I'm not thinking about having or not having wings. My problem at the moment is even bigger....the other day I was hanging around in town after a coffee at my favorite coffee-bar(no Starbucks in my area of the boot-shaped peninsula) and I heard some seagulls screeching overhead. At that point, as all good floridians know, you must never, ever look up (do I have to explain why?) when gulls are overhead. Obviously I've lived in the boot-shaped peninsula long enough to have forgotten all my native-tongue lessons about seagulls. And besides, the screeching was coming from too nearby. So I looked up and saw - GET THIS....4 huge seagulls perched on the overhead wires of some utility like 4 normal city pidgeons. A moment of extremely profound existential crisis for me....4 seagulls balancing deftly on their huge flipper feet on a little utility wire while discussing whatever it is that 4 seagulls discuss while balancing deftly on their huge flipper feet at 4 in the afternoon. Who said that seagulls only live near the sea? Who said that seagulls only walk on sand....and if I was having an existential crisis seeing them up there on that wire I can't imagine what the devil they imagine they are...

Il tempo che fugge di corsa mentre sto cercando in tutti modi di preparare casa e campagna per arrivo di Natale. Mica che dovrei avere tempo per guardare nel cielo ai volatili che girano per ponente. Però una mia passione è sempre stata la condivisione del volo con loro. Che siano grossi o piccoli l'idea di poter dare una spinta con le zampe(piedi) e partire dal suolo nel cielo aperto mi è sempre sembrata una cosa incredibilmente bello. Mio analista avrebbe un momento di grande gioia ad elaborare con me questo...così l'altro giorno mentre girovagavo nella città ponentino dove abito, dopo aver goduto una mezz'oretta nel mio bar preferito per un caffe come si deve ho sentito il netto richiamo dei gabbiani nel cielo. E contro le istruzioni che ho ricevuto nella mia infanzia floridiana(non guardare mai in su sotto i gabbiani in volo - mica che ve lo devo spiegare perche !) ho girato gli occhi verso il cielo. Ma anche perche i loro urli erano troppi vicini...guarda che ti guarda e cosa vedo? 4 gabbiani posati allacremente sul filo di qualche utenza tipo TCom...in perfetto equilibrio sulle zampe palmate che dovrebbero correre sulla sabbia o farli navigare nel acqua. 4 gabbiani bellissimi che discutevano ciò che discutono alle 16 del pomeriggio 4 gabbiani appollaiati su un filo di un utenza in perfetto equilibrio sulle zampe palmate. Ma dico, io ho avuto un momento di crisi...ma i gabbiani non devono correre sulla sabbia o nuotare nel acqua, volare vabbè ma stare seduti a chiacchierare su un filo delle utenze come normalissimi piccioni di città? E se io ho avuto questa crisi del essere non posso immaginare che crisi hanno avuto loro quando magari un loro compagno meno piccioncioso li abbia visti e con tanto di scherno fatto le dovuto recriminazioni di sorte.....

martedì 13 dicembre 2011

BEANS BEANS - FAGIOLI a gogò



Autumn is never complete(note that I am really behind in posting!) without tons of beans to shell. These guys with the white skins are beautiful white beans with a huge black belly button which often resembles V sign like victory. They're called the QUEEN'S BEANS and not because it is a royal pain to shell enough to make 12 kilos in the deep freeze(if you want to do the Math that's 2.2lbs times 12 - lots of beans right?!) In fact, so many that I really don't want to see anymore until next Autumn!

Autunno non è mai completo se(nota che sono molto indietro come post) senza un quintale di fagioli da sgusciare. 12 kili di fagioli della regina messi nel congelo vuol dire che sono stata seduta a sgusciare fagioli per gran parte di parecchi giorni e posso tranquillamente dire che non ne ho proprio voglia di vedere fagioli in guscio sul mio tavolo della mia cucina fino a - cosa dite di Autunno 2012. Dicendo così mi sembra tanto lontano!


lunedì 12 dicembre 2011

Baking Chocolate - Cioccolato KUVERTURE



One of the many cooking impossibilities in the boot-shaped peninsula many years ago was the total lack of baking chocolate. Not that the situation has bettered in the last 35 years since this particular baking chocolate, which just arrived in a German chain store here, is what you all in the States would call semi-sweet chocolate...so any USA recipes for brownies etc must be made with bitter cocoa powder and a chemica-culinary equation which includes oil and water or some such in order to get 1 ounce of 'real' baking chocolate. However, I must admit that this semi-sweet 'baking' chocolate is awesome for ganache, frostings and fillings!

Uno dei problemi più grosso che ho affrontata nel mio scambio nazionale culinario era la totale mancanza di cioccolato amaro per i dolci 'mericani che avevo nel mio ricettario. Mica che esisteva nella mia parte del ponente un tipo di cioccolato amaro per fare, esempio, brownies ecc. Andavo avanti, come faccio pure adesso, con un equazione chimico-culinario di cacao amaro, olio e credo acqua che forma un cioccolato amaro che fornisce le mie necessità dolciario. Nel mentre però è arrivato alla LIDL questa barretta di cioccolato 52% che è un fenomeno di gusto...va benissimo, cosa dico, va a meraviglia per ganache, glasse e vario e perchè no, anche da rosicchiare quando ti viene la voglia!

domenica 11 dicembre 2011

DIY - fai da me



DIY - simple and quick. All you need is some colorful tape, scissors and a tin with a plastic lid. Cut strips which you then put around the can so that the design mixes and matches....my bicarbonate of soda is thrilled with its new house!

FAI DA ME - semplice e svelta. Mica che sto ad incollare come facevo una volta con decoupage. Scoperto lo scotch colorato che serve per disegni sopra carta da parate....tagliare strisce che metti intorno ad una latta con coperchio di plastica in modo che il disegno si mescola e va d'accordo con tema(qui lune stelle e gallassie)....il mio bicarbonato di sodio è estasiata con il suo contenitore nuovo!

sabato 10 dicembre 2011

MY MUG - O SOLO MIO


no other words to add to this post....it is full of coffee or tea or such and I love it!

Non devo aggiungere altre parole a questo post...è pieno di caffe o thè o infuso e l'adoro!

venerdì 9 dicembre 2011

The kitchen help - aiutante felina



I've always considered the kitchen my special place and of course as you can see it has definitely become a centerpiece of the house with all it's wonderful shelves full of orchids, stuff, knives on magnetic bars, bars with stuff hanging over the sink, sage hanging from humongous clothes pins hung on the paper towel dispensar(made by M in bronze during his Chief Engineer days in the USA), pot of african violets, food in plastic containers ready to be cooked, leftovers protected from atmospheric pollution covered by pot tops and THE compost collector(orange bucket)...but the most important part of the kitchen special place is always occupied by MAX - the kitchen help. She's always ready to dip a paw into the mixing bowl just to be sure there's enough sugar. Or maybe push the half full pot off the sink to remind you that you should have finished fixing that particular part of the meal before turning to other important activities..like maybe cutting the meat to put into the pot where you carefully had sauteed the vegetables which are now splattered on the floor by the cabinet. Then there's the quick scratch and escape tactic which gets used when she sees me flying around the counter getting from the microwave to the sink or such...1 2 3 ZAP cat claws in the t-shirt or sweater or apron just to let you know that she's there---or was there before she boomeranged off the counter top after having reinserted weapons into paws....but for all her weird I wouldn't want different kitchen help. After all, I've never been around a sou-chef who could purr as loud as Max!

La cucina. Mio regno. Un mondo di mensole con orchidee, coltelli appesi a IKEAni barrette calamitate, roba tanta, roba appesa - salvia che sta seccando nella morsa di giganteschi morsetti da biancheria appesi loro stessi su bronzei porta carta cucina fatti dal marito durante gli anni da navigante, 2 piante di violette africane che si tengono felice compagnia in una ciotola enorme dopo essere state trapiantate e divise dalle 2 sorelle che le soffocavano(anche esse felice in ciotole tutte loro), avanzi messi in ciotole di plastica con coperchi di pentola sopra che proteggono da inquinamento atmosferico e ultimo ma mica meno importante ORANGE, il mio porta composta verso compostaggio che siede sempre vicino al lavandino. Però la parte piu importante della cucina è sempre occupata da lei, MAX, la mia aiutante felina che non vede ora di mettere una zampa indagatore nella ciotola degli impasti per assicurare che ce il sale o che ci sia sufficiente zucchero. O magari buttare giù una pentola meta piena per ricordarti che dovevi finire di elaborare quella ricetta prima di iniziare qualcosa altra - mica capisce che la roba che adesso sta cercando di raggrupare per terra non è altro che il soffritto per quella carne che avevi appena finito di cuocere in padella e che andavi a prendere per infilare sulla verdura che langue sul pavimento(ovviamente la mettevo nella pentola mica sulla verdura che langue ecc). Però la parte più bella del avere un aiutante felina è il gioco del graffio e scappa che riesce a fare tutte le volte che giro avanti e indietro intorno al bancone - una svelta unghiata alla tshirt o grembuile e poi ritirare le armi e via alla velocità della luce prima che una riesce capire cosa è successo....ma se lo posso dire tutto, non vorrei un aiutante diverso....dopotutto non ho mai visto un sou-chef che facessi le fuse come la MAX!

lunedì 5 dicembre 2011

Thanksgiving....Festa di Ringraziamento



Thanksgiving was last month. I'm late in posting. The turkey(a young female with a wonderfully tender breast - you can't see that the breast bones and ribs were removed so that she fit comfortably in my little Italian oven). In any case she's gone...as are all the leftovers of all the rest. The stuffing was cornmeal and vegetables sauteed in lots of butter with, what else, that wonderful turkey seasoning which I bring here every year...you know the one - yellow box with turkey on the front! Now that I think about it...it's almost time to get the XMAS menù going....DUCK anyone?

La festa del Ringraziamento era mese scorso. Come notate sono un po in ritardo nel postare foto e altro. La tacchina era una giovane femmina con un petto meravigliosamente morbida e tenera - non potete vedere ma lo sterno e costole erano tolte per poter farla implodere sul ripieno in modo di farla stare nel mio piccolo forno italiano. Negli States i forni sono a prova di tacchini mega. Il ripieno era polenta con verdure salatate in tanto burro...senz'altro lo conoscete già...e logicamente condito con le spezie erbe ecc che vi ho regalato nella scatoletta gialla con sopra un tacchino! Adesso che ci penso....è quasi ora pianificare il menù di NATALE....ANITRA gente?