giovedì 8 luglio 2010

Monaco Metropolitano

Firenze è la città del cuoio...Firenze è la città delle borse, delle scatole, delle scarpe, delle mantelle, delle giacche tutti di cuoio. Però nel 2010 a Firenze ce ne sono più pochi artigiani che fanno tutto a mano senza uso di attrezzi mecanizzati. Uno di questo è Dimitri, il Monaco Metropolitano.

Scrivo quello che ce sulla sua cartolina da visita:

IN UNA VECCHIA STRADA DELL'OLTRARNO A POCHI PASSI DAL PONTE VECCHIO, LA BOTTEGA DI MONACO METROPOLITANO REALIZZA ACCESSORI IN PELLE.
OGGETTI UNICI ESCLUSIVAMENTE LAVORATI A MANO, FUORI DA OGNI SERIALITà.

ma questo non vi dice chi è la persona...dentro la bottega cè l'artista, l'artigiano, un uomo che prende sul serio il suo lavoro. Un uomo che ama tanto il cuoio e la sua arte che preferisce non venderti un suo lavoro. No, lui vuole conoscerti per poterti fare 'LA BORSA' della tua vita. Perche lui crede che la vita ha tanto importanza che bisogna avere un borsa nella quale mettere le cose che ti accompagnano attraverso essa. Cè una bellissima poesia scritto con tanto di copyright del 2008 che ti dice chi è questa persona.....

Se trovi una speranza , mettila in borsa

se incontri una chiave , mettila in borsa

se ti danno dei fiori, dei baci o dei sassi

...in borsa, sempre in borsa!


Metti in borsa successi e fallimenti

butta dentro sia beghe che glorie

e salvaci memorie e indirizzi

dei veri amici e delle loro storie...


Tieni in borsa anche un pezzo di pane

un coltello, una penna e gli amuleti

a difesa del fardello che ti spetta

col diritto di esigere divieti...


La tua borsa è una tasca che ti scorta

che ti setrve, ti scuda e ti sostiene,

si spiega come un nome sulla porta

e la sua sorte è quello che contiene.


Il tempo è la pelle d'ogni borsa

e ogni giorno ci metti ciò che vuoi:

trattale con riguardo, è l'esistenza

perchè in fondo la borsa siamo noi....


e ti dice anche perche una borsa dal Monaco Metropolitano è un compagno di vita....



http://www.monacometropolitano.com/

non aggiungo altro ma se fate un giro a Firenze, una visita da lui non lo perderei!!!














3 commenti:

  1. Ciao P!

    Vedo che hai avuto delle profonde emozioni, che vorrei anch'io provare!
    Forse sono ormai incallita e una borsa non rappresenta più un oggetto desiderabile...ma l'atmosfera che hai respirato in questo contesto, mi rende "invidiosa", mi piaccioni questi incontri ravvicinati con veri personaggi straordinari!!!

    Ora goditi il Ponente, con qualcosa in più nel tuo animo!!!!

    RispondiElimina
  2. Ammetto che questa volta Firenze mi ha riservato tante sorprese...e anche tanta emozione. Ci voleva. O meglio, ogni tanto ci vogliono queste cose per farti sentire viva.

    RispondiElimina
  3. è la fotografia precisa precisa della mia borsa!

    RispondiElimina