giovedì 18 novembre 2010

Once upon a Time c'era



una persona, yours truly, che portava delle scarpe con tacchi virtiginosi capace erano di slogarti una caviglia soltanto a metterli per uscire dalla porta. Once upon a Time yours truly era capace di stare a quelle altezze per giornate intere e anche le serate quando si andava direttamente dal lavoro al night per un apperitivo e un ballo. Poi piano piano la gravità della terra si è guadagnato forza o qualcosa di simile. Tutto ciò che era nella parte nord del corpo ha cominciato scendere verso lattitudini tropicali e con questo grandissimo movimento telurico la capacità di yours truly di caminare tutto il giorno ad altezze da mozzafiatto e di spendere serate intere godendosi un apperitivo e un ballo al di sopra i limiti delle 13cm se ne andata...per dirlo in un soffio....

notate sopra le scarpe che yours truly ha comprato ieri in un saldo...prezzo giusto, impermeabili, foderate da sembrare dei cuscini di piuma e di un confortevole che non si sentono i piccoli terramoti veterbrali che succedono a ogni suon di passo sulla terra...

e a questo punto chapeaux alle ancora giovane schiene che riescono a bilanciarsi sui trampoli alti. Un grandissimo chapeaux alle giovane che hanno il nord del corpo ancora ben piazzata al suo posto. E a tutte le giovane di spirito come me...


BENVENUTE e BENARRIVATE nel mondo vero del conforto...ma siamo proprio matti voler mettere tacchi così? AHAHAHAHAH!

2 commenti:

  1. Ciao Paula!!!
    I tacchi...e che sono? Non me li ricordo più!
    Addio a tante cose...per avere un baricentro che funzioni ora bisogna avere un piedistallo solido, ormai non ci penso più...tanto non vado a ballare, o a prendere l'aperitivo!!!
    Si sta bene con delle belle scarpe sportive, senza problemi...altrimenti come farei a fare le mie camminate ai mercati, lungo i fiumi, nelle fiere???
    Non ho ancora quelle che vedo qui, ma in casa ho delle belle pantofole calde!
    Buona notte!!
    Qui grigio asoluto, che adesso è nero...a parte i lampioni!!!

    RispondiElimina
  2. Qui stasera stiamo aspettando con poco ansia l'arrivo di maltempo promesso per domani.
    Hai ragione...ormai la nostra vita ci porta a fare delle passeggiate e dei movimenti che richiedono piedistalli molto saldi! Che bello però esserci arrivati alla solidità dei nostri anni! Un abbraccio da ponente, P

    RispondiElimina