lunedì 3 gennaio 2011

C'est Finis

finished, done, finally.....

le olive per questa stagione sono tutti raccolti.
Sono esausta.
Sono estasiata.
Sono felice.
Sono quasi pronta per il resto del lavoro che è:

1 - scucire le reti fisse(diciamo che sono piazzate su 2000metri di terrendo in discesa libera, cucite con la machina da cucire per reti olive e su fasce che, se inizi dal fondo, riesci a non farle[le fasce] testa chiulo)
2 - Togliere i rametti dalle reti fisse man mano che le scuci, facendo attenzione di non attoricigliarle man mano che sali fascia per fascia verso la cima. Ogni fascia è lunga lunga e la salita è ripida ripida perciò con fobicini legati con la cordicina come le chiavi scuci, scavalchi, levi rametti, scavalchi, scuci, levi rametti AIAIAIAIA!!!!!! attenzione al ramo pendente del ulivo che no aspetta altro che di farti un bernocolo!
3 - inchiodare le reti scucite su rami pendenti ogni fascia...su ogni fascia ci sono tanti ulivi che hanno rami pendenti. Questo significa che oltre a guardare dove metti i piedi per non inciampare e cadere verso il fondo della campagna devi anche guardare in su per non prendere un ramo in testa...e sappiamo che i rami non aspettano altro che darti un bel bernocolo così di poter raccontare alla sera agli amici quanto sei maldestra.
4 - dopo avere scucito,levati rametti, inchiodato (con speciali chiodi di plastica gialla fosforescente[prima si usavano quelli di ferro che non si vedevano e a parte i rami dovevi anche fare attenzione ai chiodi che non aspettavano altro che pungerti e darti una dose di tettano] inventato da qualcuno che era proprio stufa di non vedere i chiodi e essere punta) tutti le reti devi solo assicurare che sei arrivata in cima alla campagna...asciugare il sudore dalla fronte e urlare OOOOORRRRAAAAHHHHH. anche questo è fatto.

Però, mica si finisce qui:

a - reti da piegare che sono lunghi almeno 15 metri e larghi 5 metri. Apri il cancello del cortile. No, prima leghi il beaglcuda poi apri il cancello per ovviare il perdere tempo rincorrendo un beaglcuda libera per la campagna...poi prendere questo lenzuolone e fai esattemente quello che faresti con la biancheria del letto....solo moltiplicato per 15 metri di lunghezza e senza il pensiero di stirarlo dopo. Consolante...devi solo assicurare che i chiodi gialli fosforescente sono sempre in tasca perche poi devi inchiodare anche le reti.

b - pulire le fasce intorno alla casa da eventuali rametti buttati mentre pulivi le reti.

E con questo siamo quasi apposto per la campagna olive 2011...però come tutti sanno, mica ce solo questo da fare in campagna...dovrei anche

strappare erba
pulire sotto le piante da frutta
togliere erbaccia nei passaggi....

Ma per ora sto seduta qui pensando a quanto sono felice che per ora, almeno fino a domani, non ho altro da fare che riposarmi.

OOOOOOOOOOORRRRRRRRAAAAAAHHHHHHHHH!!!

2 commenti:

  1. Cara P.
    Finalmente...mando un sospiro anch'io, di sollievo!!!
    Puoi fare una foto alle reti, alla tua campagna (privatamente!) così mi rendo conto come si svolge la raccolta delle olive....io ho visto uliveti solo d'estate, verso la Puglia e non mi intendo di raccolta!!!
    Però non è un lavoro leggero, se devi maneggiare tutti quei metri di reti...e badare a tutto il resto!!!
    Bene riposati...poi ricomincerai...la campagna non aspetta. dobbiamo prevenirla, curarla, amarla!!!
    E tu ce la metti tutta!!!
    Auguri a Mr M.!
    Un abbraccio dalla piana, che più piana non c'è, dal mio Levante!!!

    RispondiElimina
  2. Ricorderò di portare Comlicaxio con me quando esco dopo per poter fotografare reti messi su...le reti da piegare sono ammucchiati e potrei anche farti una foto di loro. Il mucchio è enorme e così puoi indovinare quanto è lungo la rete stesa. Qui stiamo aspettando qualche tipo di tempo...grigio perla il cielo e un freddo pungente. In fatti, la beaglcuda era candita e così le ho fatto entrare in casa con la Liz. Sono felicemente addormentati ora. Beati!M ha un raffredore tremendo con un po di febbre ma mica che stia tranquillo...alle 14 porta le ultime olive al frantoio! un abbraccio da ponente...p

    RispondiElimina