mercoledì 14 settembre 2011

airborne - VOLARE OHOH!

Suitcase packed, bialys in the carry on(whoa - does these guys get into the airplane or will some lunch deprived person in customs find a clause with an apostrophe which excludes bagged bialys on the airplane?), carry on  ready with kleenex extra T and some dramamine(it's not the flight folks but the landing - weird right?), handbag checked for the umteenmillionth time for passport,ticket, id card, money, euro(not that the Euro isn't money but after having used the DOLLAH for a while I sort of like the feel of greenbacks), gum etcetcetc....and I'm ready to get on the plane but only after a ride to a bus station in a nearby(let's say nearby by FARWEST US standards - 40minute ride) where I will shuttle into Boston...escalator up to the check-in, say by with a prayer of 'hope to see you at destination' at arrival far(by boot shaped peninsula standards - 1hour)from the West Portico....and then Im off to the United Kingdom, another customs moment, another flight to the French Riviera, another customs, a car ride home(a girlfriend of mine loves to have an excuse to come to Nice for the day) and hey - I'll get back to ya'll(this was for you BEE) in a few days cus I got PHOTOS and a couple of stories....hugs from the FARWEST












Valigia pronta con dentro un tipo di bagel che non mangio da anni - BIALY - un po di cipolla in cima(che spero i cani della dogana  non fiutano dando possibilita ai loro portatori di fare due enormi panini a pranzo) - caso mai ce un comma particolare che non permette bagels ossia Bialys[ricetta russa tra altro]uscire dal paese. Adesso che ci penso magari uscire non sarebbe un problema quanto entrare nel Regno Unito che con i russi ha sempre problemi e con gli italiani vanno daccordo specialmente se vengono serviti regolarmente i loro capuccini a tavola e non sono forzati portarli da soli. Il viaggio richiede anche un rito alquanto scaramentico che richiede la ricerca nella borsa per Passaporto, biglietto aereo, soldi, Euro(non che l'euro non sono soldi ma dopo uso frequente e felice del dollaro mericano con quella carta spessa verde...lasciamo perdere), EU ID, vario eventuali possibilita di lasciarli a casa rende vita impossibile...cosi al decimo giro in borsa assicurandomi un viaggio tranquillo lascio invariabilmente a casa magari i fazzoletti di carta che serverebbero in situazioni alquanto importante...lasciamo perdere pero. Il volo, ossia, voli sono uno lungo, uno corto con kilometraggio diverso e mari navigati(ad un altitudine dove non vedi nulla e adesso che ci penso per il buio spero di essere totalmente nelle bracce di orfeo)...si arriva sulla Riviera Francese superando la dogana dove se parli un altra lingua che francese non ti amano proprio - ma loro, i francesi hanno l'abitudine di amare particolarmente i loro connazionali(spero che la mia amica che e stata nel loro paese per gli ultimi 15 giorni mi puo controbattere dicendo che erano squisitamente ospitale con loro!). E con questo vi lascio con un abbraccio dal FARWEST ponentino e ci vediamo su questi spazi dal PORTICO A PONENTE con un paio di racconti(forse tre?) e magari un po di photo....


4 commenti:

  1. i'm tagging along with you, hope the bialys make it! bialys are tits!

    smiles, bee
    xoxoxooxox

    RispondiElimina
  2. Bentornata Paula|

    Ne avrai da raccontare...aspetto con ansia!
    Riposati e prepra le foto da mostrare!!!
    Qui ancora caldo e umido, i bambini vanno a scuola, quindi tanti giri ogni giorno!!!

    Un abbraccio e buona notte!!!

    RispondiElimina
  3. In attesa di tutto, racconti, ricordi e sensazioni ti auguro buon viaggio carissima e spero di sognare presto quei luoghi tramite le tue parole

    RispondiElimina
  4. Bentornata! Quando risorgerai dal tuo letto vista mare ci passi la tua ricetta dei bialys (se non li hai comprati in un equivalente del Kossar's Bialystoker Kuchen Bakery, ovviamente)?
    Love. C

    RispondiElimina