lunedì 30 agosto 2010

Once upon a Time c'era

il tempo delle confetture, delle salse e delle varie cose che noi casalinghe (e lo dico con grande orgoglio di farne parte della categoria) potevamo fare durante una stagione piu o meno regolare. Ormai i vecchi tempo sono finiti e mi trovo invaso da frutti di stagione un po fuori stagione perche il clima, o che è troppo fresco ritardando una coltura o altro, o che è troppo bagnato facendo sì che le trombette(ligurissime zucchini pregiate) arrivono in ritardo e rimangono imperterito fino alla fine di Settembre(come sembra che succederà questa stagione), o che le cotogne che solitamente arrivono a Settembre arriverano per Ottobre tardi (e per me va benissimo perche sarò FINALMENTE in vacanza durante le prime due settimane di quel mese) o le mele che solitamente arrivono verso fine Settembre sono già in cucina aspettando che la golosa(moi) le fa fuori(mica che si usano per confetture loro).

E così mi trovo a Settembre sommersa fino agli occhi della bontà della terra che mi arriva di sorpresa in cucina...Venerdì era la volta dei peperoni, melanzane e zucchini che divennero ZAKUSKA (ricetta di base per tante cose italienne anche se viene dalla lontana romania). Ieri sono arrivati ancora peperoni ma questa volta corno di toro lunghissimi, rosissimi e croccante che fra un pensiero e altro diventerano una confettura di peperoni a mo di gelatina delle stesse che si può mangiare sia sui formaggi che sulle carni invernali (una squisitezza sul cinghiale al forno). E poi diciamo che le patate nostrane che siedono tranquille nelle ceste aspettando il loro torno devono riposarsi felicemente al buio per non diventare verdi(lo sapevate che diventano verde le patate che prendono sole e fanno male se le mangiate?) Per non parlare dei pomodori che ormai sono al punto di rossore talmente scuri che sembrano neri ma che fortunatemente sono dolci dolci e non devono diventare salsa perche non ne uso proprio...al massimo potrei mettere qualche fortunato nel congelo dove terebbe compagnia ai fagioli che dovrebbero arrivare in casa per la gioia delle articolazione delle mie dittine...

E così potete capire come mai che once upon a time c'era la stagione delle confetture, salse e varie che ormai invece di andare scemando come dovrebbe mi porterà a chiedere....

MA USCIRO mai dalla cucina prima che parto per le vacanze?

5 commenti:

  1. ti invidio il fatto di non poter uscire dalla cucina perchè di confetture et similia, non se ne parla, non avendo ori o similari.
    Non ti suonerà strano se ti dico che dall'Alto Adige siamo tornati carichi di mele nuove, che sono sui nostri banchi di frutta al mercato, ma quelle comperate lì nonostante il viaggio sono davvero un'altra cosa!
    Tra una confettura e l'altra un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Ciao !!!

    Anche a me arrivano...ma sto calma con le confetture...il G. non vuole più che invada la cucina con pentole, tegami, vasi e via discorrendo!!!
    Qualcosa faccio, ma veloci...ma la frutta e la verdura mi spariscono...appena arrivano le due bande di famiglia...oltre che alle rimannze cospique del pasto, lasagne, tortelloni, arrosto et similia, mi svuotano cesti e cassette di susine, pere, uva, pomodori ecc...quindi mi "risparmiano" le fatiche...dicono loro!!!

    Va be' buon lavoro e riposato de lue settimane di vacanza!!!

    Un abbraccione!

    RispondiElimina
  3. Artemisia, ma che bello vederti qui da me!!!! Dopo aver letto con piacere la tua vacanza in Bretagna non so proprio come hai fatto tornare....P

    RispondiElimina
  4. infatti non ero proprio tornata :DD ho fatto ancora un giro a venezia, ma ora sono qui (roma, intendo :))

    RispondiElimina