martedì 7 dicembre 2010

Il panforte a modo mio

Natale, XMAS per noi 'mericani consisteva nel comprare una quantità industriale di fruitcakes di una certa compagnia che te li mandavano per poste o magari te li portavano a casa in una scatola enorme. Non mi ricordo piu come si chiamavano ma sicuramente c'era una carozza sul etichetta e la ricetta era spettacolarmente pieno di frutta candita, spezie tipo cannella e allspice e zenzero con pochissima farina. Duravano una vita perche zuppe di liquore ed erano oh so gooooood!

Qui nel Belpaese ho scoperto un sacco e una sporta di ricette per XMAS e vorrei condividere uno con voi:

IL PANFORTE a modo mio:

500 grammi mandorle tostate e trittate grossolanemente
300 grammi di bucce candite trittate finemente
200 grammi uva di corinto
1 cucchiaio di cannella
1 cucchiaio di allspice in polvere
1 cucchiaino di zenzero in polvere
1 cucchiaino scarso pepe appena macinato
1 cucchiaio di cacao amaro
3/4 tazza zucchero moscovado
1 tazza miele
1/2 tazza acqua bollente
1.5 tazze di farine 0 (per no glutine mettete 1 tazza farina soia, mezza tazza fecola patate)


In un enorme ciotola mettete frutta candidta, corinto e le mandorle trittate. Mescolare bene. Aggiungere a questo gli ingredienti secchi assicurando che il miscuglio viene mescolato in modo che la frutta secca si mescola bene con roba asciutta.

Mescolare insieme acqua bollente, zucchero moscovado e miele affinche si sciolgono. Mettere acqua con zucchero miele dentro la ciotolona e con un enorme frusta mano mescolare tutto insieme. Dovrete avere un impasto pesantissimo anche se è facile da mescolare.

Scaldare il forno a 180°. Mettere impasto in due teglie foderate con carta forno...io ho usato 2 da 20X30 ma potete usare parecchi da plumcake. Infornare per almeno 20 minuti o affinche cotte. Solito spiedino che esce fuori pulito....

Finito cottura togliere dal forno, mettere su una grata una 20tina di minuti e poi usando la carta forno per tirarle su, togliere le panforti dalle teglie e finire raffredamento. Una volta freddi metterli di nuovo nelle forme e coprire con coperchio forma(io compro sempre forme alluminio con coperchio) e tenere in posto fresco. Devono maturare...se volete potete irrorare con un po di bourbon o whiskey. Sono superbe se me lo lasciate dire...

3 commenti:

  1. Già atmosfera di Natale!!!!

    Molto interessante questa ricetta...e degno di essere fatto, potrei cambiare le mie abitudini...ne ricevo in regalo, ma fatto in casa deve essere buono (anche senza Natale) perché a me le mandorle nei dolci piacciono tantissimo!
    La tua ricetta è davvero simpatica e mi sembra facile, il mio pane di Natale è molto ricco; questo mi intriga, la quantità che usi tu forse va bene per 4 teglie da 20 cm di diametro? L'altezza come deve essere? Due-3 cm???
    Da regalare deve essere l'ideale..(e spenderei un po' meno!!!!)

    Grazie...un saluto da Levante!!!

    RispondiElimina
  2. Ivana, ne ho fatto due teglie 20X30 usando metà impasto per teglia. Sono bassi ma vanno bene perche sono duri a tagliare. Logicamente se ne vorresti fare teglie piu piccole..io ormai non compro piu nulla da regalare. Oltre la spesa oltraggiosa non trovo che il gusto è di mio gradimento adesso che ho fatto parecchio rodaggio delle mie torte. Provi e poi me lo dirai. Tra altro aspetto la ricetta tua! Io sono sempre pronta per torte 'condite'. un abbraccio da ponente dove insiste nel voler essere la gemella meteorologico della Pianura Padana...P

    RispondiElimina
  3. Cara Puddin,
    la ricetta del pan d'Nadel si trova due volte nel mio blog...se guardi c'è l'opzione "Cerca nel Blog"...scrivi "pane di natale" e ti vengono le pagine di seguito!
    Oppure leggi nel sommario, in ordine alfabetico e trovi tutte le foto step by step!!!
    Sì, voglio regalare anche il panforte, per variare, anche se non sono amante dei canditi, per i coloranti...io sento molto i sapori non naturali!
    Buona giornata!
    Qui c'era un po' di rosa azzurro in cielo...ma non promette niente di buono!!!
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina