venerdì 14 maggio 2010

Once Upon a Time 14 Maggio

Questa mattina, come ogni mattina, mi sono svegliata al canto dei galli (che oramai vivono solo nelle mia testa perche quelli che erano nella campagna di un vicino sono ormai pasati a miglior vita - per una volpe di passaggio). Precisato questo posso continuare una storia che mi piace tantissimo. Ogni mattina mi tocca andare in bagno dove ce un enorme specchio illuminato a giorno (giusto già che è giorno). OK mi dite, vai in bagno e hai uno specchio. Succede a tante persone di andare in bagno e trovarsi davanti ad uno specchio e allora? Allora, per qualche motivo questa mattina ero più sveglia del solito (magari perche avevo già inforcato gli occhiali e questo fa sì che posso non solo vedere meglio ma in compensa tutti i miei sensi si accutizzano subito - una meraviglia sapere che quando vedi le cose nitidamente anche il resto del mondo sembra diventare piu vivibile). Comunque guarda che guardo mi trovo davanti me stesso e questo è gia una cosa che potrebbe farmi piacere. La cosa che mi ha un po fatto riflettere era la vista delle gotte un po a mo di boxerina, gli occhi un po a mo di zampette di galline, le orecchie un po alla Berlusca (non avete notate che le sue di orecchie stanno diventando Dumbosi - deve essere perche ne dicono tanto su di lui che per captare tutto...no, non voglio entrare ancora in questo discorso). La bocca era a forma di un 0 per la sorpresa. Non che ero sorpresa perche avessi tutti questi simboli delle mie prossimi anni - che sono 61, ma che tutto di colpo mi sono reso conto di essere cambiata tantissimo.

Ehi già. Mi sono data una pizzicata sul braccio. Sì, sono io pensavo. Ormai l'io fisico ha fatto il cambiamento che il mio dentro aveva gia fatto da un po di anni. Ha maturata. Si è fatta pace con la gravità e ha molato un po di carne verso la madre terra. Non che mi dispiace. Alla mia matura età posso sempre vestirmi come voglio che siano pantaloni che gonne (che ormai non ne possego neanche una), magliette strette e larghe, scolata o non (e qui ringrazio di cuore il push-up che rende la battaglia contro la gravità meno pesante - se non guardi il prezzo che costano questi meraviglie della scienza corsettiera). Posso anche permettermi ancora un due pezzi alla spiaggia se andassi ancora al mare che non faccio piu perche per problemi di pelle non posso prendere il sole. E a dirla tutta considerando che il depuratore nel nostro pezzo di Ponente non è ancora in opera penso che un mio netto rifiuto di nuotare dove galleggiano certe cose...ma neanche questo dovrebbe essere parte di questo scritto. Dicevo, la mia pelle chiara e 60enne rifiuta di prendere il sole in modo normale. Preferisce assorbire a chiazze il colore facendomi a mo di leopardo. La donna leopardo. Niente male se fossero delle chiazze uniforme ma come sappiamo M. Natura ha un senso del umorismo alquanto particolare e perciò non essendo un leopardo ma una donna le chiazze sono assurdamente rosseggiante e poco invitante da vedere. Meno male però che non fanno male.

E poi con la lucidità del mattino davanti allo specchio illuminato ho guardato bene anche i miei cappelli. Almeno quelli rimasti dopo ultima rasatura. Mica che ne ho tanti bianchi. Vorrei averne qualcuno in piu. Sono sicuro che sono tutti annidati sotocute aspettando il giorno che prendo qualche spavento per uscirne fuori tutti in una volta. Ne ho sentito di persone che in una notte erano andati a dormire e al mattino VOILA' sono svegliati con i cappelli tutti bianchi. Forte!

Però ammetto che dopo i primi momenti davanti allo specchio lucidamente guardando e studiando me sono arrivata alla conclusione che lo specchio delle mie brame è ancora dolce con me. Non posso chiedere di piu..........o no?

2 commenti:

  1. Puddin,
    non preoccuparti, sono le nostre incertezze che ci fanno vedere questi segni...io ne ho tanti di più anni e non ci penso!!!!
    Non vado al mare da decenni e non ne sento la mancanza, riempio l'esistenza con altre certezze!!!!
    Ciao!!!

    RispondiElimina