martedì 25 gennaio 2011

Tempus fuggit

or time flies in inglese sembrava solo una frase anni fa ma mi sembra che ogni anno che passa vola di piu e meglio. Mi scappa via senza che riesco fermarlo e a Gennaio comincio a fare, disfare nel mio solito modo e mi trovo dopo una notte già a Natale.
Questo discorso perche questa mattina a colazione, usando il mio speciale cucchiaio da colazione mi è andato sopra il manico dello stesso dove cè scritto la data del EVENTO dove mi era stata dato questo attrezzo da me tanto amato. Un cucchiaio di argento celebrativo, commemorativo del EVENTO dei 60 anni di un amica - una Gambera conosciuta da tanti di voi. Ma guarda guarda dico io...2007. Ma non era solo ieri?

E così mentre mangiavo colazione ricordavo con piacere il primo EVENTO del nostro gruppo Gamberesco. Il primo outing di noi tutti come 'caterers'. Sì, è anche stato seguito da altri ma questo outing era importantissimo sia per noi che per lei la festeggiata. 60 anni! Però dicevo io. Non era ieri? O almeno poco tempo fa? Cribbio rispose altro io che vive controposta alla prima ti sta volando tutto in questo modo. Cribbio continuava questa'altra io che tira le somme e delle volte arriva anche a delle conclusioni...

Ma ogni anno ti sta volando e se cominci a prendere nota delle cose che fai cosa puoi dire della tua vita? Heavens, rispose l'io solito. Mica che a colazione bisogna tirarne fuori discorsi del genere. E l'altra, ma figurati che è filosofia o discorsi difficile. Cosa è la tua vita oggi? Cosa fai in un anno? Chi sei quest'anno che non eri anno scorso...

A questo punto ho dovuto un po zittirla quella là perche a colazione ho proprio bisogno di concentrarmi sul mangiare. E' un momento di 'seduta' nel modo piu assoluto con tanto di coppetta, tovagliolo e cucchiaio argento. Non è roba da riflessione e eculubrazioni mentali. Poi a quel ora del mattino il motore mica che sia scaldato del tutto. Però....

Le domande me sono rimaste in teste e frullano di continuo nei canali dove volano i pensieri. E ora che la colazione è storia, che il pranzo sta sedementando pure lui ho potuto costatare che ci sono stati tanti cambiamenti...

Questo blog ne è uno. Non avrei mai aspettato di aprirne uno e ovviamente mi fa piacere che qualcuno me lo legge. Non avrei mai detto che mi sarebbe piaciuto una cosa del genere.

Il tempo sta volando penso perche non sto mai fermo. Lavoro sempre sia in casa che in campagna. Il marito riderebbe se leggesse questo perche in campagna non è che faccio dei grandi lavori ma ovviamente quello che posso. E solo che faccio tanto movimento e faccio probabilmente tanti giri intorno a lavori che con un po di esperienza ne farei meno e piu di corsa. Però la velocità non fa parte del mio vocabolario e così vivo SLOW. Mi sconvolge sempre che qualcuno ha potuto diventare miliardario con quella parole - SLOW. Che io vivo da quando sono nata a quella velocità e veramente non mi ha mai reso un soldo. Ma neanche un infarto ne nervi scossi ad inverosimile(almeno non sempre come certi che vanno sempre di corsa).

Probabilmente anche per quello che una mattina ti svegli nel tuo mondo SLOW, leggi la data su un cucchiaio(ma perche ho messo gli occhiali questa mattina quando di solito non ne metto mai fino a dopo...)e ti viene in mente la velocità del tempo, il tuo posto nel generale fuggifuggi e il fatto che ci sono somme da fare, conti da regolare (nel senso buono intendo), lavori da continuare, amicizie da apprezzare, sole da godere, tempo bello e aria buona...tante cose. E tutto perche se non avesse inforcato gli occhiali magari ne avevo anche poco da dire oggi nel blog perche è una giornata SLOW di quelli perfetti. Portare dentro la legna, leggere davanti alla stufa, chiacchierare con gli amici in FB, curare gli animali, cucinare pasti, parlare al telefon, sms-are altri amici, continuare pulizie e ordinamento mondo interno e esterno, giardinaggio se il sole continua calduccio, spostare cose in cucina, governare cucina e varie altre camere in casa....

adesso che ci penso, ecco perché il tempo vola fuggendo di corsa....

anche nel mio modo SLOW non guadagnando miliardi sono sempre occupata con il VIVERE...
il godermi la VITA, le amicizie...

forse non bisogna fermarsi sul anno che è ma sul fatto che ogni anno porta le sue gioie e le sue pene un po come ogni giorno. Preso una alla volta le giornate sono bellissime...e comunque ce ne sono 365 in ogni anno e fino ora ne ho vissuto 61 anni di questi 365 giorni...in bene e in male finché a morte non ci separa...

sposata con la vita...che bel pensiero!


4 commenti:

  1. Ciao P.!
    Per fortuna che ci sei tu che filosofeggi...così mi specchio e dico...guarda questa Truly yours come pensa e cosa pensa...proprio quelle cose che io penso e che non scrivo, perché mi scappano via in fretta e la tastiera non le segue!
    Sì tempus fugit...posso dirlo con più vantaggio di te, carissima, perchè quest'anno metto un altro anno sul colle di anni che ho già, spero non proprio il colle della discarica!!!!
    Alla prossima colazione...senza occhiali, così non leggi la data!!!!

    Un abbraccio dal Levante splendente e gelante!!!

    RispondiElimina
  2. Ivana, figurati che è il colle della discarica! Mi sa che la filosofia è solo quello. Sono le cose di tutti i giorni che ci tengono vivi e attivi! un abbraccio anche dal Ponente con gli stessi sintomi! P

    RispondiElimina
  3. il tempo obbedisce ad una legge della fisica che ancora non è stata sviscerata a sufficienza: più avanza e più accelera. Incredibile ma tremendamente vero

    RispondiElimina
  4. Oh, ma perché sono venuta a leggere proprio oggi, giornata niente affatto giusta per considerazioni di questo tipo! Però, voglio dire anche la mia, sul tempo. A me pare, ma è una visione della cosa molto personale, che più vivo con piacere e più il tempo corre. Quando ero giovane e piena di paturnie, il tempo non passava mai! Certo però che non vorrei essere infelice pur di veder decelerare le lancette.

    RispondiElimina